Giustizia, Pace e Integrità del Creato

In risposta alla 3a chiamata del 9° Capitolo Generale, il segretariato per la comunione dei beni propone sostenere questo spazio GPIC con link, video, testi, e pubblicazioni delle iniziative a favore della GPIC, anche con la condivisione delle esperienze che si realizzano in ogni circoscrizione.

Iniziamo questa serie con le tre parole consegnate dal Papa Francesco al II Forum delle Comunità Laudato Sì, il 06 luglio 2019, che possono essere anche le nostre parole: Dossologia, Eucaristia e Ascesi.

Dossologia


Dinanzi al bene della creazione e soprattutto dinanzi al bene dell’uomo che della creazione è vertice, ma pure custode, è necessario assumere l’atteggiamento della lode. Dinanzi a tanta bellezza, con rinnovato stupore, con occhi da fanciulli, dobbiamo essere capaci di apprezzare la bellezza di cui siamo circondati e di cui anche l’uomo è intessuto. La lode è frutto della contemplazione, la contemplazione e la lode portano al rispetto, il rispetto diviene quasi venerazione dinanzi ai beni della creazione e del suo Creatore.

Eucaristia


L’atteggiamento eucaristico dinanzi al mondo e ai suoi abitanti sa cogliere lo statuto di dono che ogni vivente porta in sé. Ogni cosa ci viene consegnata gratuitamente non per essere depredata e fagocitata, ma per divenire a sua volta dono da condividere, dono da donare perché la gioia sia per tutti e sia, per questo, più grande.

Ascesi


Ogni forma di rispetto nasce da un atteggiamento ascetico, cioè dalla capacità di saper rinunciare a qualcosa per un bene più grande, per il bene degli altri. L’ascesi ci aiuta a convertire l’atteggiamento predatorio, sempre in agguato, per assumere la forma della condivisione, della relazione ecologica, rispettosa e garbata.